Yoshitoshian online exhibition

 La febbre di Taira no Kiyomori

Clicca su ogni pannello per vederlo ingrandito

Stampa a colori da blocchi di legno, con goffratura cieca (karazuri), brunitura (shômenzuri) e mica (kirazuri).
Ôban formato trittico.
Taglia blocchi: Shiba Sakuragawa Yamamoto (Yamamoto Shinji).
Stampante: Suri Tsune.
Editore: Akiyama Buemon. Data: 08/1883
Keyes 457

Questo soggetto proviene dal Heike Monogatari (Tale of the Heike), che raccontava la storia della faida tra i clan Minamoto (Genji) e Taira (Heike) che è stata raccontata molte volte in opere teatrali e stampe. Kiyomori (1118-1181) era figlio di una concubina dell’imperatore Shirakawa Tenno. Sconfisse il clan Minamoto nel 1159 e governò come cancelliere dittatoriale dell’Impero. Dopo la sua morte, il potere della sua famiglia svanì e il clan Minamoto prese di nuovo il controllo.

Kiyomori fu infine torturato da una febbre così calda che l’acqua bolliva quando faceva il bagno. Yoshitoshi evoca la febbre con colori insoliti e luridi, creando una visione dell’inferno che fu la punizione di Kiyomori per aver bruciato un gigantesco Buddha di bronzo. Kiyomori è frequentato dalla moglie e dal figlio che pregano, con Enma, Re dell’Inferno, sullo sfondo. Questo episodio è stato anche raffigurato da Kuniyoshi in un trittico di c.1844.

Acquistato dal Rylands Fund con un contributo del National Art Collections Fund, 2003
P. 14-2003

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.