Quando scade la candeggina? – Water Quality and Health Council

Quando scade la candeggina?

Di Linda Golodner
3 aprile 2020

Mentre COVID-19 continua a diffondersi in tutto il mondo, la candeggina al cloro per uso domestico—un pilastro della disinfezione domestica—è diventata una merce ricercata. Recentemente abbiamo lavorato con diversi esperti di salute pubblica per sviluppare un poster di facile utilizzo su come preparare una soluzione di candeggina e acqua per disinfettare le superfici contro il virus COVID-19. Ma sorge la domanda: Senza una data di scadenza sulla brocca di candeggina, come fai a sapere quando la candeggina scade e che una soluzione fatta con essa sarà efficace?

È un dato di fatto che la candeggina degrada nel tempo. Ma ora, grazie a un utile articolo di Reader’s Digest, abbiamo imparato come “decifrare il codice” e determinare quando sono stati fabbricati alcuni prodotti di candeggina. Il codice è una stringa di caratteri all’esterno della brocca di plastica.

Il codice impresso sulla brocca di candeggina sopra può essere utilizzato per determinare quando è stata prodotta la candeggina. Codici simili possono essere trovati su alcuni contenitori per pulire la candeggina.

Come sapere quando è stata prodotta la candeggina

L’immagine a destra mostra una brocca di candeggina da un gallone impressa con una serie di numeri e lettere. Secondo il sito web Clorox, è possibile utilizzare questo “codice di produzione” per determinare la data di produzione. Ecco come decifrare il codice quando si leggono i primi sette caratteri da sinistra a destra:

  • I primi due caratteri indicano l’impianto in cui è stata prodotta la candeggina e non forniscono informazioni sulla data di produzione.
  • I prossimi due caratteri indicano l’anno di produzione, che nel nostro esempio è “19”, per il 2019.
  • I tre caratteri successivi indicano il giorno dell’anno di produzione – nel caso della brocca mostrata, questa candeggina è stata prodotta il 308 ° giorno del 2019 (4 novembre 2019).

Ora che puoi decifrare quando è stata prodotta la candeggina, considera che il prodotto rimane fresco per circa sei mesi, secondo lo Scripps Research Institute. Dopo di che inizia a degradarsi e ” diventa 20% meno efficace come ogni anno passa.”

Le condizioni di conservazione fanno la differenza per quanto tempo durerà la candeggina. Per ottenere i migliori risultati, conservare candeggina regolare a temperature comprese tra 50 -70 ⁰fahrenheit. E non conservare la candeggina su un davanzale soleggiato della lavanderia, poiché la luce del sole aiuta a degradare il prodotto. Clorox consiglia di sostituire la candeggina correttamente conservata dopo un anno.

Ricorda che la candeggina deve essere miscelata solo con acqua (e detersivo per bucato nella lavatrice). La combinazione di candeggina con detergenti acidi o ammoniaca può produrre gas pericolosi.

Quando e come scartare la candeggina

Come osserva l’articolo del Reader’s Digest, se non riesci a sentire l’odore familiare della candeggina annusando con cautela il contenuto della brocca, è ora di smaltirlo. La candeggina si degrada in acqua per lo più salata, quindi si può versarla nel water.

Con questo, si può essere un utente più informato di candeggina.

Linda F. Golodner è Presidente emerito della National Consumers League e Vicepresidente del Water Quality & Health Council.

Clicca qui per scaricare questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.