Materia

\>\>

Cos’è la materia

È tutto ciò che si sviluppa in un certo luogo rispetto allo spazio e al tempo, contiene massa, forma, peso e volume, cioè è visibile e ponderabile. La materia ha un gran numero di energia, per questo motivo può essere modificata in un certo periodo o misurando le macchine. È considerato parte del lato sensibile di oggetti apprezzabili o palpabili da influenze fisiche.

Il mondo fisico che ci circonda è fatto di materia. Con i cinque sensi dell’essere umano, è possibile distinguere o apprezzare diversi tipi di esso. Alcuni semplicemente visti come una roccia, che riesce ad essere osservata e palpata con la mano, altri si distinguono con meno semplicità o non riescono ad essere apprezzati da uno dei sensi, ad esempio l’aria.

Gli stati della materia

Liquido, solido e gassoso sono definiti come gli stati più frequentati della materia, ma esternamente sul pianeta Terra c’è un quarto stato distinto come plasma.

Materia solida

Lo stato solido è definito come uno la cui proprietà principale è la dualità e la fermezza alla variazione di forma e volume. È fondamentalmente caratterizzato dall’avere una morfologia sostenuta, cioè non è possibile premere semplicemente applicando una forza.

Un’altra caratteristica che si può aggiungere, è che quando la materia è allo stato solido e di insediamento mostra una fermezza che si interrompe per modificarne l’elasticità e la plasticità.

La materia liquida

Si distingue come un liquido intermedio tra il solido e il gas, poiché le loro particelle si trovano sufficientemente unite per mantenere un’attrazione piccola, allo stesso tempo, appena separate per accedere alla fluidità e alla variazione della sua forma.

In qualsiasi processo, le particelle di uno stato liquido sono a metà strada tra la durezza del solido e la diffusione del gassoso, di solito sono derivazioni dell’introduzione di energia, la prima è la fusione o la sottrazione dello stesso, che è la condensazione. Inoltre, la trasformazione degli stati di stress di ciascuno dei processi.

Molti componenti sono conservati allo stato liquido a temperatura standard, come l’acqua, ma quando vengono modificati i loro stati calorici possono essere trasformati in solidi, come il congelamento, la coagulazione o i gas che si verificano quando evaporati a temperatura aumentata.

Materia gassosa

Lo stato gassoso è costituito da molecole che mostrano poco potere di attaccamento l’una all’altra.

Nello stato gassoso della materia, l’energia di separazione tra le molecole supera la resistenza di attrazione tra di loro. Ciò si traduce in una bassa concentrazione, incontri minimi e rapidi spostamenti tra molecole che passano liberamente in tutti gli orientamenti.

I gas, sono specificati come elementi con movimento molecolare ideale e propagazione indeterminata, sono caratterizzati dal non avere una forma e un volume per quanto riguarda le aree libere tra le loro molecole. Pertanto, i gas sono semplici da spremere abbracciando la forma del loro moderatore.

Altre materie

Scuro: nel campo dell’astronomia e della cosmologia, si tratta di una struttura sconosciuta che non espone o irradia abbastanza emissione elettromagnetica, per essere visualizzata direttamente, ma la cui rappresentazione è derivata dai suoi risultati gravitazionali su ciò che è visibile.

Le prove osservazionali dell’universo immediato e della teoria dei Big bag devono possedere energia e massa, tuttavia non devono essere sviluppate dai fermioni di base stessi o dai bosoni di gauge.

Energia oscura: nel campo della cosmologia, l’energia oscura è il nome dato al dominio antigravità che sta precipitando il tasso di espansione dell’universo. È noto che non è sviluppato da particelle frequentate come protoni, neutroni o elettroni, né da particelle di materia oscura, poiché tutte hanno origine suggestione gravitazionale.
Exotic: una definizione ipotetica della fisica delle particelle. Avvolge qualsiasi materiale che non rispetti una o più delle situazioni classiche o che non sia formato da particelle barioniche frequentate. Questi materiali possono possedere comportamenti come la massa negativa o la resistenza piuttosto che la gravità.
Vivo: è tutto quell’essere vivente del pianeta Terra, che è in costante movimento. Ad esempio, esseri umani o animali.
Inanimato: consiste di elementi che in qualche modo sono vivi ma non possiedono movimento, ad esempio una roccia.
Organico: questo è costituito dal campione di molecole che si basano sul carbonio, sono grandi e numerose.
Inorganici: è efficace attraverso cambiamenti chimici che sono vitali in natura, è gestito per essere incluso in sali, cloruri e minerali.
Tra gli altri.

Composizione della materia

Tutta la materia è costituita da particelle denominate atomi, che a loro volta sono composti da protoni, neutroni ed elettroni. Protoni e neutroni sono stabiliti da particelle più piccole citate come quark che forniscono massa e gluoni che applicano l’energia nucleare dinamica.  MATERIA_1_DEFINICIONXYZ

La composizione dello stesso può essere adattata in vari modi. Grandi precipitazioni di particelle esplodono queste particelle insieme e hanno acquisito dozzine di nuove particelle designate mesoni e barioni, che nel complesso sono designati adroni.

La materia è integralmente tutto ciò che frequentiamo, o quasi tutto, è classificata in due, principalmente in sostanze e miscele pure.

Proprietà della materia

Fisica

Le proprietà fisiche della materia sono visualizzate o calcolate, senza alcuna conoscenza della reattività o del comportamento della sostanza, senza la variazione della sua costituzione o della sua origine chimica.

Le variazioni nelle proprietà fisiche di una procedura rappresentano le sue transizioni e il progresso stagionale tra fasi istantanee. Ci sono alcune qualità che non possono essere chiaramente stabilite se appartengono a proprietà o meno, come il colore. Questo può essere percepito e proporzionato, ma ciò che ogni persona osserva è un ragionamento unico.

Alcune proprietà fisiche sono suddivise di seguito:

  • Struttura: facoltà stabilita attraverso il tatto, che formula l’abilità nell’area delle particelle del corpo.
  • Elasticità: il potenziale dei corpi di sfigurarsi usando la forza e quindi ripristinando la loro forma originale.
  • Fragilità: proprietà di alcuni corpi da distruggere senza essere imperfetti in anticipo.
  • Durezza: fermezza affrontata da un materiale quando viene contrassegnato.
  • Duttilità: caratteristiche dei materiali in grado di formare fili e fili.
  • Temperatura: una misura del livello di convulsione termica delle particelle nel corpo.
  • Solubilità: la capacità delle sostanze di smaltire.

Chimica

Le proprietà chimiche sono tutte quelle che apportano cambiamenti nella materia man mano che si sviluppa. L’esposizione di qualsiasi materia a un insieme di sostanze o contesti individuali può resistere e alterare il suo sistema. Queste variazioni saranno di rischio maggiore o minore. Viene effettuato un gran numero di test di laboratorio per evitare alterazioni accidentali mescolate a questo.

Alcune delle proprietà sono le seguenti:

  • PH: proprietà chimica utilizzata per calcolare l’acidità di una sostanza o solvente.
  • Stato di ossidazione: il livello con cui un atomo è danneggiato.
  • Potere calorifico: il numero di energia rilasciata causando resistenza chimica.
  • Equilibrio chimico: numero di una sostanza per impedire la trasformazione con gli altri.
  • Combustione: ossidazione rapida, che ha origine con il rilascio di calore e luce.
  • Forza di ionizzazione: energia precisa per separare un elettrone da un atomo.
  • Alcalinità: capacità di una sostanza di bilanciare gli acidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.