Maryland Proprietà coniugale FAQs

In un divorzio Maryland, i giudici non sempre dividere la proprietà coniugale proprio nel mezzo utilizzando una divisione 50/50. Perché Maryland è uno stato di distribuzione equa, la corte di divorzio dividerà proprietà equamente tra i coniugi, ma non sempre allo stesso modo.

Questo articolo risponde ad alcune domande comuni sulla divisione proprietà Maryland in divorzio. Per tutti i nostri articoli sulla legge sul divorzio Maryland, vedere il nostro Divorzio Maryland e Diritto di famiglia pagina.

Il Maryland è uno stato “proprietà della comunità”?

N. Maryland non è uno stato di “proprietà della comunità”. Anziché, Maryland ha una” distribuzione equa ” statuto-significato, la corte non è necessariamente obbligato a dividere la proprietà in parti uguali tra i coniugi, ma dividerà proprietà in un modo che la corte trova è giusto. In molti casi, però, ogni coniuge ottiene la metà della proprietà coniugale.

Che cos’è la proprietà coniugale?

La proprietà coniugale include beni che appartengono al matrimonio —a entrambi i coniugi—piuttosto che a uno dei coniugi o all’altro come proprietà separata. La proprietà coniugale include la proprietà reale (come una casa o un terreno) che i coniugi possiedono come inquilini per intero, a meno che i coniugi non abbiano un valido accordo scritto in senso contrario.

Proprietà coniugale comprende anche qualsiasi proprietà uno o entrambi i coniugi acquisiti durante il matrimonio. Tuttavia, un tribunale può escludere la proprietà dalla categoria” coniugale ” se uno dei coniugi ha acquisito la proprietà per dono o eredità da una terza parte, o se i coniugi hanno un accordo valido che afferma che la proprietà non è coniugale.

Anche la proprietà che uno dei coniugi ha acquisito prima del matrimonio è considerata proprietà separata di tale coniuge. E, qualsiasi proprietà che è direttamente riconducibile a un’origine proprietà separata rimane proprietà separata. Ad esempio, se uno dei coniugi possedeva un’auto prima che la coppia si sposasse, poi vendesse l’auto durante il matrimonio per acquistare un tavolo da biliardo, il tavolo da biliardo rimarrebbe di proprietà separata del coniuge. (Md. Codice Ann. Fam. Legge § 8-201 (e).)

Quando viene “acquisita” la proprietà?

Per le proprietà che non vengono acquistate tutte in una volta, i tribunali del Maryland hanno definito il termine “acquisito” come il processo in corso di effettuare pagamenti sulla proprietà. Secondo questa definizione, se la proprietà è non coniugale o coniugale dipende dalla fonte di ogni pagamento.

Così, per esempio, una casa che uno dei coniugi ha acquistato prima del matrimonio e stava pagando il mutuo su inizierebbe interamente come proprietà non coniugale.

Tuttavia, poiché i coniugi effettuano pagamenti ipotecari utilizzando fondi coniugali durante il matrimonio, la proprietà diventa parzialmente coniugale. (Md. Codice Ann. Fam. Legge § 8-205 (8).)

Cosa succede se uno dei coniugi spreca la proprietà coniugale?

Dissipazione—il termine legale per rifiuti—si verifica quando uno dei coniugi utilizza la proprietà coniugale per un motivo estraneo al matrimonio in un momento in cui il matrimonio sta subendo una rottura inconciliabile.

Ad esempio, se uno dei coniugi utilizzato fondi coniugali per pagare per una vacanza sontuosa con un fidanzato o fidanzata durante il matrimonio, la corte riconcilierà che la spesa nel premio di proprietà.

Se la corte ritiene che la dissipazione di beni di uno dei coniugi fosse abbastanza grave da costituire frode, dovrebbe considerare la proprietà dissipata come se esistesse ancora quando si divide la proprietà coniugale. Lo scopo di questa regola è quello di scoraggiare uno dei coniugi di sprecare beni coniugali.

La proprietà del titolo influisce sul fatto che la proprietà sia proprietà coniugale?

I documenti del titolo da soli non determinano se la proprietà è proprietà coniugale o proprietà non coniugale, tranne che la proprietà reale che i coniugi possiedono come inquilini per intero è considerata coniugale. (Md. Codice Ann. Fam. Legge § 8-201 (e)(2).)

Il tribunale può ordinare la vendita di proprietà immobiliari o personali intitolate congiuntamente e dividere il ricavato. Ma la corte non può trasferire la proprietà della proprietà, fatta eccezione per la pensione, la pensione, la partecipazione agli utili o la compensazione differita. (Md. Codice Ann. Fam. Legge §8-205 (2).)

Che cos’è un “Premio monetario”?

Un premio monetario è un ordine del tribunale per uno dei coniugi di pagare soldi all’altro. Un tribunale potrebbe ordinare un premio in denaro per assicurarsi che ciò che ogni coniuge prende dal matrimonio è giusto in tutte le circostanze del caso. Ad esempio, se la corte assegna un coniuge la casa di famiglia potrebbe dover pagare soldi per l’altro, soprattutto se la casa rappresenta una grande fetta di beni coniugali della coppia. (Md. Codice Ann. Fam. Legge § 8-205 (c).)

Esiste una formula per fare un premio monetario o dividere la proprietà?

N. La corte considera diversi fattori nel decidere come dividere la proprietà e se fare un premio monetario. Questi fattori includono:

  • che ciascun coniuge ha contribuito, sia finanziariamente che in caso contrario, per il benessere della famiglia
  • la situazione economica di ciascun coniuge
  • quanto tempo il matrimonio è durato
  • l’età, la salute, e condizioni fisiche e mentali di ciascun coniuge
  • come e quando, per specifiche attività sono state acquisite
  • se uno dei coniugi ha contribuito proprietà separata di proprietà la coppia possiede, come inquilini dal interezza
  • se il tribunale ha assegnato uno dei coniugi, di alimenti o di possesso della casa di famiglia, e
  • qualsiasi altro fattore che l’ corte ritiene necessario creare un premio equo ed equo. (Md. Codice Ann. Fam. Legge 8-205 (b).)

Qual è la relazione tra alimenti e un premio monetario?

I tribunali del Maryland hanno affermato che gli alimenti e un premio monetario sono “significativamente correlati e in gran parte inseparabili.”Un premio monetario non è un sostituto per gli alimenti, ma la corte deve considerare i due insieme per ottenere un risultato equo.

Cosa succede alla proprietà non coniugale in un divorzio?

Niente, di solito. Il coniuge che possiede la proprietà non coniugale—o separata—lo mantiene. Tuttavia, nel considerare un premio monetario e nel decidere sugli alimenti, un tribunale del Maryland deve considerare tutte le circostanze finanziarie e le risorse di ciascuna delle parti, che include qualsiasi proprietà non coniugale.

Se il tribunale ordina a uno dei coniugi di pagare un premio in denaro, nulla vieta all’altro coniuge di cercare di riscuoterlo andando a caccia di proprietà non coniugali.

Che cos’è un debito coniugale?

Debito coniugale è un debito che è direttamente riconducibile all’acquisizione di beni coniugali. Ad esempio, se una coppia sposata acquista una casa insieme e fa l’acconto e le rate del mutuo da un conto bancario congiunto, il mutuo è un debito coniugale. La corte deve dividere il debito coniugale nello stesso modo equo come proprietà coniugale.

Come vengono divisi i debiti?

Un giudice non può esigere che uno dei coniugi paghi l’obbligo esclusivo dell’altro o soddisfi i debiti congiunti delle parti (come ipoteche e imposte sui beni immobili o interessi su cambiali congiunti). Tuttavia, se un genitore ottiene l’uso e il possesso di una casa o di un’auto, ad esempio, il tribunale può ordinare all’altro genitore di contribuire al pagamento del mutuo o dell’auto.

È importante capire che anche se il tribunale ordina a un coniuge di pagare il debito dell’altro, un ordine del tribunale non modifica l’accordo che il coniuge responsabile ha creato con il creditore. Ad esempio, se voi e il vostro coniuge possiede una carta di credito comune Home Depot e il giudice ordina il vostro coniuge a pagare per intero, ma non riesce a pagare, il creditore può (e sarà) perseguire voi per l’importo totale dovuto. Una volta che si paga, è possibile presentare una mozione in tribunale chiedendo al giudice di ordinare il vostro coniuge a pagare indietro.

Il tribunale può concedere a un coniuge il diritto esclusivo all’uso temporaneo e al possesso di beni?

Un giudice può assegnare un coniuge con la custodia del figlio minore della coppia l’uso e il possesso di una casa di famiglia, auto, mobili, arredi ed elettrodomestici. Quando il giudice assegna il possesso, la corte si riferisce ad esso come un premio di uso e possesso.

Nel fare questo tipo di aggiudicazione, la corte considera:

  • i migliori interessi del minore
  • gli interessi di ciascuna parte nell’uso continuato della proprietà come abitazione o per fornire reddito e
  • le difficoltà, se presenti, sulla parte il cui interesse sarebbe stato violato (cioè il genitore che non ne ottiene il possesso). (Md. Codice Ann. Fam. Legge § 8-208.)

Quanto può durare un premio Uso e possesso?

L’uso e il possesso devono terminare entro e non oltre tre anni dopo che il tribunale ha finalizzato il divorzio. (Md. Codice Ann. Fam. Legge § 8-210.)

Un premio per l’uso e il possesso può includere un ordine di pagamento delle spese?

Sì. Il giudice può assegnare responsabilità finanziarie per la proprietà che è oggetto di un premio uso e possesso, come mutuo o affitto, il pagamento di altri debiti sulla proprietà, e la manutenzione e altre spese di possedere la proprietà. (Md. Codice Ann. Fam. Legge § 8-208 (d).)

La richiesta di divorzio può essere schiacciante, così come il processo di divorzio stesso. Per ulteriori informazioni o aiutare a lavorare attraverso il processo legale, contattare un avvocato esperto di diritto di famiglia nella vostra zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.