Martin Lutero . carattere . Federico il Saggio | PBS

Federico il Saggio

Federico il Saggio

Federico il Saggio
“il Tempo, forse, per vedere se sono stato un buon indovino” (Federico il Saggio, Il 1517)
Federico il Saggio è ricordato come l’uomo che ha salvato Martin Luther dalla furia della Chiesa Cattolica.
Federico nacque nel castello di Hartenfels, Torgau nel 1463, primo figlio dell’elettore Ernst della casa di Wettin. Nel 1486 succedette al padre, insieme al fratello minore Giovanni, come sovrano della Sassonia Ernestina.
Era un uomo di pacifica conciliazione e mantenne il suo territorio fuori da ogni guerra durante il suo regno.
Nel 1502 fondò l’Università di Wittenberg dove Martin Lutero insegnava. Durante la vita di Lutero Wittenberg fu la casa e il centro intellettuale del movimento riformatore di cui il sovrano era un affidabile protettore, anche se attivo solo in background.
In un periodo cruciale per la prima riforma, Federico protesse Lutero dal Papa e dall’imperatore, e lo prese in custodia al castello di Wartburg dopo la Dieta di Worms (1521), che mise Lutero sotto il divieto imperiale. Il suo repertorio di tattiche di stallo diplomatico resistette alla prova; gli avversari non trovarono mai un punto debole. Egli vedeva Lutero come ingiustamente perseguitato perché Lutero non poteva essere riconosciuto colpevole di alcun crimine reale.
Federico, tuttavia, ha avuto pochi contatti personali con Lutero e rimase un cattolico, anche se gradualmente inclinato verso le dottrine della Riforma.
Federico, come era sua abitudine, formò la propria opinione dopo l’esatta considerazione dello stato delle cose da parte dei suoi consiglieri e ascoltando il parere di un esperto riconosciuto, nel caso di Lutero Erasmus von Rotterdam.
Federico morì nella sua casa di caccia a Lochau nel 1525.
Torna su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.