I diabetici possono assumere probiotici?

Non ci sono prove che suggeriscano che i diabetici non debbano assumere probiotici.

Il diabete è una malattia autoimmune che compromette la produzione di insulina da parte dell’organismo. Il diabete di tipo uno (diabete insulino-dipendente) di solito si verifica in individui più giovani e costituisce meno del 15% di tutti i casi di diabete. Il diabete di tipo due (diabete insulino-resistente) è molto più comune e tende a colpire persone di età superiore ai 30 anni.

Se tu, o uno dei tuoi clienti, sei diabetico e hai sempre dubbi sul fatto che un integratore alimentare naturale sia adatto, dobbiamo sempre consigliare di consultare il loro team medico. La salute di quelli con diabete varia, e la condizione spesso accompagna altri, più gravi problemi di salute.

Tuttavia, ad oggi, non vi è stata alcuna indicazione che le persone con diabete dovrebbero evitare l’assunzione di probiotici. La ricerca sui probiotici e sui loro effetti sui pazienti con diabete rimane relativamente scarsa, e in particolare c’è pochissima ricerca sull’uso dei probiotici in quelli con diabete di tipo 1 (insulino-dipendente), ma finora nessun risultato ha indicato che i probiotici non dovrebbero essere assunti da quelli con diabete di tipo 1 o tipo 2.

I diabetici devono essere consapevoli di eventuali zuccheri naturali o aggiunti che possono essere presenti in alcuni integratori probiotici, ad esempio, in alcuni probiotici che contengono anche prebiotici (noti come synbiotics). Scopri di più sui synbiotics leggendo: Cosa sono i sinbiotici? sul Probiotics Learning Lab. I prebiotici come i fruttooligosaccaridi (FOS) non hanno un potere calorifico significativo e non sono digeribili, quindi non influenzano i livelli di zucchero nel sangue e quindi non dovrebbero essere considerati dai diabetici. Tuttavia, negli integratori contenenti quantità maggiori di prebiotici, il fruttosio viene talvolta aggiunto per garantire una distribuzione uniforme di batteri e fibre prebiotiche e per aiutare l’integratore a dissolversi quando aggiunto ai liquidi. Il fruttosio è uno zucchero, quindi i diabetici possono avere bisogno di fattore questo nella loro assunzione giornaliera di carboidrati, soprattutto se l’assunzione di più integratori ogni giorno.

Si può leggere di più su diabete e probiotici qui:

Due nuovi studi indietro probiotici per il diabete

Può synbiotics migliorare i sintomi del diabete gestazionale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.